ALMA MATER PERCORRE LA STRADA DELL’INNOVAZIONE TECNOLOGICA.

ALMA MATER STUDIORUM
L’Università Alma Mater la cui sede principale è situata a Bologna è riconosciuta come la prima Università del mondo occidentale. L’eccellenza della didattica, la ricerca all’avanguardia, la presenza sul territorio, l’apertura internazionale, i servizi informativi sono gli ambiti che permettono all’Alma Mater di promuovere e percorrere oggi la strada dell’innovazione.

BUSINESS CHALLENGE
A seguito della creazione del nuovo polo universitario di Cesena come sede distaccata dell’Università di Bologna, si è resa necessaria la realizzazione, per questa nuova struttura, del nuovo Data Center.
A questo proposito l’università di Bologna Alma Mater, ha indetto una gara in cui si è richiesto oltre che la progettazione iniziale dell’intero DC, la fornitura, installazione, e collaudo di:
1) Rack disposti in isola di contenimento
2) UPS dimensionato per alimentare anche la sala adiacente al CED
3) PDU
4) Sistema DCIM di monitoraggio
5) Sistema CDZ
6) Sistema di cablaggio strutturato in fibra ottica fra rack centro stella e adeguamento dell’impianto elettrico.
Da parte dell’Università era richiesto che i nuovi impianti, destinati all’alloggio delle apparecchiature IT, fossero progettati secondo criteri di sicurezza, risparmio energetico e con performance adeguate al tipo di installazione.
Filippetti, grazie alle competenze nel tempo maturate in ambito di progettazione di Data Center, è stata in grado di proporre la soluzione che meglio esprimesse le esigenze del cliente, rispettando quanto richiesto in merito a risparmio energetico, sicurezza, soluzione integrata e tecnologicamente all’avanguardia.

SOLUZIONE TECNOLOGICA
Il progetto proposto ed implementato da Filippetti ha visto l’adozione di tecnologia VERTIV: tecnologia che meglio rispondeva alle specifiche tecniche richieste. Di seguito una breve descrizione della soluzione proposta, raggruppata secondo i criteri su cui l’offerta è stata ideata: cura del progetto tecnico, sicurezza, affidabilità.

1) CURA DELLA PROGETTAZIONE
Struttura principale.
È stata adottata un’isola di contenimento, predisposta per eventuali espansioni future, in configurazione corridoio freddo, con aria proveniente dal pavimento flottante attraverso specifiche mattonelle grigliate. L’isola permette l’alloggio di 8 armadi rack disposti su 2 file contrapposte alla quale si aggiungono 2 armadi UPS.
Su ciascun armadio sono state installate 2 PDU monofase Vertiv Geist rPDU monitored con 18 prese ciascuna di tipo C13 30 A 220 V, montate sulle apposite staffe verticali.
Oltre a 2 macchine UPS integrate, il nuovo Data Center è stato dotato delle macchine di condizionamento necessarie, composte da 2 condizionatori ad espansione diretta LIEBERTPDX e da 2 unità condensanti Liebert® HPA.
Il cablaggio elettrico è stato completato con il sistema Vertiv Power Trans per l’ottimizzazione del collegamento PDU – UPS.
Il Data Center è stato completato con il collegamento in fibra ottica di tutti i rack
Come DCIM sono state installate sonde di temperatura e umidità, sensori di presenza fumi e allagamento, interrogabili via SNMP.

2) AFFIDABILITÀ
Sono stati forniti 2 UPS integrati all’interno dell’isola, in grado di garantire un’alimentazione di 30KW per 1 ora e che, grazie ad appositi moduli, possono essere espansi per aumentarne la capacità.

Gli UPS come le macchine condensati sono state quindi fornite in ridondanza 2N.

VANTAGGI
Il punto di forza della soluzione è quello di essere una tecnologia completamente integrata in grado di ottimizzare, sia l’occupazione di spazi sia i consumi energetici, specialmente quelli relativi al raffreddamento. La configurazione a isola limita infatti il volume di aria interessato dal raffreddamento. Una buona progettazione e installazione degli elementi di compartimentazione dell’aria, permette di separare adeguatamente flussi freddi e caldi facendo sì che l’unica possibilità di scambio avvenga attraverso le apparecchiature IT.
Data l’importanza strategica dell’infrastruttura, particolare attenzione è stata data alla sicurezza sia da accessi indesiderati e manomissioni (grazie alla giusta scelta dei materiali – vetro di sicurezza), sia da eventi come allagamenti e incendi (grazie a una completa integrazione con il sistema antincendio). Oltre alla presenza di sensori fumo integrati con l’impianto, il gas viene immesso direttamente nell’isola grazie ad appositi ugelli. Ciò permette una rapidità di intervento maggiore rispetto alla soluzione che, in caso di incendio, prevede il semplice sblocco delle porte per permettere al gas di entrare.
La soluzione tecnologica adottata garantisce quindi una serie di vantaggi competitivi rispetto ad altre soluzioni:
• Semplicità di implementazione
• Completezza ed integrazione della soluzione
• Scalabilità
• Sicurezza

POST VENDITA
Il Data Center viene costantemente monitorato dal centro di assistenza Vertiv tramite il contratto Life.

Share

Serve aiuto?

Contatta i nostri Specialisti per un appuntamento o un preventivo.

Stai pensando di adottare soluzioni in Cloud?

Contatta i nostri Specialist per un appuntamento o una analisi di fattibilità.

Stai pensando di realizzare un Data Center?

Contatta i nostri Specialist per un appuntamento o una analisi di fattibilità.