Industria e Servizi

Firme Digitali, Gestione PEC e Conservazione digitale a Norma

Soluzioni per la gestione della firma elettronica, firma elettronica avanzata (grafometrica), Posta Elettronica Certificata e conservazione digitale a norma
Soluzioni Specializzate per la gestione delle firme elettroniche, del canale PEC e della conservazione digitale a norma

Sono stati superati tutti i limiti per l'adozione della firma elettronica e la dematerializzazione dei documenti.

Grazie alla pubblicazione delle recenti norme tecniche, ad quadro normativo finalmente consolidato e alla disponibilità di nuovi device e tecnologie abilitanti,  oggi è possibile poter raccogliere la firma su documenti digitali in qualsiasi luogo garantendone pieno valore legale.

Avere documenti digitali a valore legale è una grande opportunità da cogliere potendo utilizzare anche metodi di distribuzione sicuri ed efficienti approfittando anche delle soluzioni per la loro conservazione a norma.

Tutte le aziende e i professionisti italiani sono tenuti a dotarsi di una casella PEC che è un indirizzo valido per le tutte comunicazioni, al pari dell'indirizzo della sede amministrativa. E' quindi importante sfruttare questo obbligo monitorando efficacemente la propria casella e automatizzando i processi di gestione della corrispondenza in ingresso ed uscita.

Ridurre i costi aumentando l'efficienza dei processi aziendali attraverso la digitalizzazione dei documenti, delle firme e della loro distribuzione trova completamento nell'adozione di un sistema di conservazione digitale adeguato.

La normativa consente da tempo di sostituire la tenuta dei documenti cartacei con una archiviazione digitale, con la possibilita di delegare a terze parti (qualificate) la responsabilità della tenuta degli archivi digitali.

Le soluzioni della suite EIMWare Enterprise ed EIMWare Cloud verticalizzate integrano lo stato dell'arte delle tecnologie disponibili e consentono di automatizzare i processi critici che ad oggi non sono stati digitalizzati per mancanza di normativa di riferimento o di device abilitanti.

Le funzionalità integrate sono:

  • supporto per le firme elettroniche tra cui la firma elettronica avanzata (FEA) come ad esempio la firma grafometrica, 
  • supporto alle firme digitali anche remote e massive
  • il monitoraggio e l'integrazione trasparente del canale PEC
  • modulo DSB (digital sign book) per la raccolta delle firme su tablet o altri device mobili
  • modulo LTA per la conservazione digitale a lungo termine con e senza delega di responsabilità
Approfondimento

Dal 19 giugno è on line il portale telematico www.inipec.gov.it per accedere (senza necessità di autenticazione) all’elenco pubblico di indirizzi di posta elettronica certificata di imprese e professionisti, realizzato a partire da quelli iscritti ai registri delle imprese delle camere di commercio e quelli in possesso degli ordini e collegi professionali.

Ad oggi sono disponibili più di 600.000 indirizzi PEC di professionisti relativi a circa 900 ordini e collegi professionali territoriali, e circa 3.000.000 indirizzi PEC di imprese (società e imprese individuali).

L'Agenda Digitale Italiana (ADI) è stata istituita il primo marzo 2012 con decreto del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione; il Ministro per la coesione territoriale; il Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca e il Ministro dell'economia e delle finanze.

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge del 18 ottobre 2012, n°179 "Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese" -  c.d. provvedimento Crescita 2.0 - in cui sono previste le misure per l'applicazione concreta dell'ADI.

I principali interventi sono previsti nei settori: identità digitale, PA digitale/Open data, istruzione digitale, sanità digitale, divario digitale, pagamenti elettronici e giustizia digitale.

Documenti digitali a valore legale devono essere soggetti al processo di conservazione digitale a norma.

Novità di quest'anno sono quindi: 

  • firma elettronica avanzata per dare valore legale ai documenti digitali firmati su tablet
  • fatturazione elettronica alla PA obbligatoria dal 1 Gennaio 2014
  • PEC come canale di comunicazione sicuro e che garantisce la collocazione nel tempo opponibile a terzi
{attachments}